Comunicato stampa

ATIS e le parti sindacali contraenti hanno adottato di loro iniziativa un CCL, definendo una netta demarcazione fra la serietà e l’onestà nel settore degli spedizionieri e chi sta dalla parte opposta. Non ci sono mezzi termini, le aziende associate ad ATIS hanno fatto una scelta chiara di operare nel rispetto dei diritti dei lavoratori e di una corretta visione del nostro mondo professionale.

LA FRONTIERA DEL DUMPING (RSI – Falò)

Nel settore delle spedizioni e della logistica, salari sotto i 3.000 franchi al mese sono diffusi. Lo testimonia chi ci lavora. Un mese fa, una parte delle ditte del settore ha firmato un nuovo contratto collettivo di lavoro (ATIS). Altre (Spedlogswiss) hanno voluto restarne fuori.

Sottoscritto il CCL per gli spedizionieri

I Sindacati (OCST) e la Società degli impiegati del commercio (SIC Ticino) , unitamente alla società cooperativa ATIS comunicano con grande soddisfazione di aver sottoscritto in data odierna il Contratto Collettivo di lavoro per gli impiegati nelle case di spedizione, che garantirà dal 1 gennaio 2018 rinnovata serenità ad un settore professionale che conta oltre 400 collaboratori attivi principalmente nella regione del Mendrisiotto.