I vantaggi della qualifica AEO per spedizionieri e autotrasportatori
La semplificazione delle operazioni doganali è un tema sentito dagli operatori del settore ed una innovazione importante è costituita, per spedizionieri ed autotrasportatori dal conseguimento della qualifica AEO-Authorised Economic Operator, rilasciata alle aziende ritenute affidabili in materia di sicurezza. È una qualifica riconosciuta dagli Stati con cui la Svizzera ha concluso accordi specifici, cioè per ora l’Unione europea (seguiranno presto Norvegia, Giappone, Stati Uniti e Cina).
A margine della presentazione organizzata a Mendrisio dalla Camera di Commercio del Canton Ticino, Remo Fontana, sostituto del direttore di Circondario delle dogane, ha spiegato al CdT i particolari di alcuni aspetti del programma, che prevede un’autoverifica in base ad un questionario dettagliato e controlli da parte degli specialisti.
Fontana ha evidenziato i molti vantaggi pratici per l’operatore con qualifica internazionale AEO: controlli meno frequenti; meno dati di sicurezza richiesti; trattamenti e procedure preferenziali e più tempestive; possibilità di avere una comunicazione preventiva sui controlli.
Un vantaggio indiretto consiste poi nell’opportunità per l’azienda di effettuare un check interno della sua struttura: sicurezza fisica ed informatica, organizzazione, definizione dei ruoli e delle responsabilità.
Quanto ai tempi lunghi che molti trasportatori lamentano nelle operazioni doganali, Fontana ha ricordato come l’impiego dell’informatica li abbia in effetti notevolmente accorciati e come spesso essi dipendano da fattori esterni, legati ad esempio al traffico. Per i mezzi in transito l’orario delle operazioni doganali è ampio (dalle 5 alle 22) e può essere applicato anche aquelle destinate in Svizzera, se l’operatore possiede le necessarie documentazioni.
In effetti, aggiunge Fontana, il controllo fisico si applica ad un 5-10% delle merci, ed un contributo importante viene anche dalle nuove tecnologie avanzate, quale lo scanner mobile che valuta con una «radiografia» sofisticata la congruità delle merci con i documenti e lo ScanVan che si applica ai pacchi ed ai colli di minori dimensioni.
Quanto alla certificazione AEO, il cui ottenimento non comporta costi particolari, se non quelli eventualmente legati alle ristrutturazioni richieste in azienda, Fontana ha ricordato come gli standard applicati dalla Svizzera abbiano avuto pieno riconoscimento internazionale, ed ha auspicato che presto tutta la filiera del trasporto possa operare in base ad essi.